Mostra di Falconara Marittima XVII Edizione

Foto e Testo di Benassi Miroslav

Qui sotto vediamo un breve reportage della XVII Mostra mercato del fumetto che si tenuta lo scorso 2000 a Falconara.

Non penso che mi debba perdere in molte chiacchiere nella descrizione di questa bella iniziativa dedicata al fumetto nella terra Marchegiana, visto la longevità della mostra.

Giusto per dare qualche riferimento la mostra di Falconara si svolge ogni anno alla fine di agosto per la precisione la penultima domenica del mese. Falconara Marittima si trova a pochi chilometri da Ancona. E anche un noto centro Balneare estivo. Da qui l'iniziativa della Camera di commercio il Comune e altri sponsor a creare la manifestazione fumettistica.

La mostra nasce nel 1982 per iniziativa di alcuni appassionati del fumetto con il contributo del assessorato al commercio, Unione sindacati e turismo non che la regione Marche CCIAA e del ente del turismo di Ancona. La prima mostra viene dedicata a Valentina e e a Guido Crepax. Nel 1983 dopo la positiva e gratificante esperienza si ritenta l'avventura con una mostra dedicata a Hergé e la scuola Franco-belga del disegno, per la parte italiana viene presentato Vittorio Giardino già noto al grande pubblico per essere apparso due Oreint Express. Ormai la mostra comincia ad avere un certo seguito e lo staff si allarga con la collaborazione di Fumo di China, per la mostra di Tex e i suoi 45 di pubblicazioni la parte dedicata a Gian Luigi Bonelli La presenza di Sergio Bonelli da un tono di qualità e prestigio alla mostra Marchegiana Da notare anche la presenza di numerosi giornalisti venuti per l'occasione. La seconda parte della mostra viene dedicata a Giancarlo Alessandrini che tra l'altro vive proprio a Falconara. Alla mostra vengono presentate anche le tavole dello Zio Martino. Come la precedente edizione vengono proiettati anche dei cartoni animati. Per varie ragioni salta l'edizione 1985 che lascia un po debutti molti appassionati della zona. Lucca e lontana e altre manifestazioni sono scomode da raggiungere. Poco Male passiamo al anno successivo e siamo nel 1986 la mostra riparte con nuovo vigore e slancio.

Qui sopra il capostipite e fondatore della mostra (centro) Manini, a sinistra Spiritelli e destra Sergio Rossi il noto due di Fumo di China e organizzatori di Umbria Fumetto.

L'iniziativa della mostra mercato continua a dare i suoi frutti, e una delle poche occasioni di vedere insieme un esposizione delle oprere di gradi autori del fumetto e della cultura con le loro oprere dedicate a Paperino che nel 1986 compie ben 50 anni, forse e uno dei personaggi più amati della Disney alla mostra danno il loro contributo ben settanta autori tra cui Crepax, Manara, Cavazzano, Scarpa, Pratt, Fellini, Schifano e molti altri alla manifestazione partecipano anche 5 autori Marchegiani il sucesso della mostra fa un passo in avanti e accoglie grande successo presso la cittadinanza e nei dintorni.

Disegnare o sceneggiare Giulia, Chi sono loro due? I premi non sono mancati di certo a Marcello Toninelli del resto sono meritati.

La quinta edizione e siamo nel 1987e ancora un cambiamento di idee e personaggi si guarda al passato reputo del fumetto Italiano e al passato recente. Infatti la mostra mercato che e ormai una cosa assestante e cammina con le sue gambe. Mentre la mostracoinvolge di più i commercianti con un iniziativa nuova e simpatica che si chiama "Fumetto in vetrina" ognuno in qualche modo realizza la propria esposizione legata al fumetto. La parte culturale viene dedicata al passato del fumetto Italiano anteguerra e dopoguerra con Sor Pompunio, Bonaventura, Capitan Cocoricò, Mio Mao, De Lambricchi insomma i gradi personaggi del corriere dei piccoli, e poi una vetrina a quello che era stato anche il glorioso "Il Vittorioso". Da questa edizione inizia un sodalizio con la redazione di Fumo di china che continua ancora oggi. Ma e anche la volta che viene presentato un catalogo della mostra.

La tensiostruttura che si usa per la mostra di Falconara e sempre gremita di banchi ma anche di pubblico nel centro vediamo la Semprini di Fumo di China.

Per la 6 edizione del 1988 dedicata alla ai Supereroi e in particolare a Superman. La novità di questa edizione e la presenza per la prima volta della tensiostruttura dentro piazza Mazzini. Dove viene ospitata la parte della mostra mercato mentre la mostra rimane al interno della scuola. La cosa strana e la totale assenza nel ricordare i 50 anni della DC Comics. Infatti la mostra di Falconara e l'unica a ricordare l'evento. Come al solito la collaborazione tra "fumo di china" e il comune porta i suoi risultati positivi con una bella mostra.

Alcuni scorci della mostra, come si può notare i banchi sono ben forniti e non mancano delle cose valide.

1989 ormai siamo alla 7 edizione di Falconara, la mostra non e un fatto di soli numeri ma anche prestigio. Per la mostra vengono invitati Milo Manara e Romano Scarpa insomma come dice lo slogan della mostra "Zucchero & Paprika" evidenzia la presenza di due modi di vivere il fumetto quello semplice e dolce di Scarpa contro il puro e piccante di Manara. Anche quest' anno il catalogo e una prerogativa dell'esperienza della redazione di Fumo di china.

Queste sono invece le foto della mostra al interno della scuola che ospita l'altra parte della mostra.

Per il 1990 Falconara non si fa e salta ci vediamo nel 1991. Ma non importa la convinzione di fare la mostra riprende vigore e convinzione che la mostra serve a qualchecosa. Oltre a rendere la città più conosciuta come centro turistico. Ma l'edizione del 1991 e anche quella che ne consacra definitivamente come mostra a livello nazionale. Partono alcune iniziative importanti come l'assegnazione di un Premio grandi autori. Che viene assegnato a Giovanni Ticci. Ma la mostra non e solo questo viene disposta di nuovo la 3 edizione di "Fumetti in vetrina. Per questa 8 edizione il tema portante della mostra e la fantascienza e i suoi derivati come musica, film e i giocattoli. In questa nuova edizione viene coinvolta la città nel senso più stretto della parola. Non solo Piazza Mazzini ma anche i quartieri più esterni della città. La presenza di Giovanni Ticci da lustro alla mostra in modo più profondo e visivo. il Catalogo e sempre opera di Fumo di China.

La mostra di Falconara non vive di solo commercio ma anche di mostre serie e ben organizzate e gestite dal nostro caro Franco Spiritelli che con Manini e l'artefice e organizzatore delle ultime 9 edizioni di Falconara.

Ormai siamo al 1992 sono 10 anni di Falconara ma solo alla 9 edizione della mostra mercato. La novità di questa edizione oltre a essere presente da ben 10 anni e quella di prendere in considerazione l'altra faccia del fumetto. Quella di vedere anche gli editori come parte portante del fumetto. E non un soggetto passivo nella cultura del disegno. Per la prima volta una casa editrice viene coinvolta direttamente nella mostra. In questo caso non poteva che essere la Sergio Bonelli Editore. Di certo e anche l'edizione con maggior successo di pubblico, se non altro per la moda del fumetto. Dylan Dog perversa, il fumetto americano sgomita e i manga non sono da meno. Sempre in questa edizione prende corpo anche la tradizionale presenza di grandi autori, per questa edizione sono Presenti: Pino Rinaldi, Germano Bonazzi, Nicola Mari, Antonio Serra e Giancarlo Alessandrini.Pino Rinaldi realizza anche la copertina del catalogo della mostra. Come al solito c'e anche la tavola rotonda e l'incontro con gli autori con il classico disegno ricordo. Ormai Falconara non e solo un incontro tra amici e conoscenti ma una manifestazione di un certo peso che a livello nazionale.

Oltre alla mostra e il mercato esiste anche una premiazione per varie motivazioni. Qui sopra e sotto alcuni esempi.

1993 Decima Mostra mercato del fumetto a Falconara.

Per la 10 edizione del 1993 La mostra e dedicata alla Banda Disney e i suoi personaggi.

La presenza di autori famosi a Falconara none mai mancata, in questa occasione erano presenti alcuni autori di Julia.

1994 anno dedicato alla Lancio e ai suoi autori Argentini

Due autori che molti conoscono bene, si spera. Pino Rinaldi e…a voi la risposta per il ragazzo con la maglia rossa. Però che fatica disegnare.

1995 Parte l'era Marvel Italia, la marvel in italia compie un anno.

Anche qui Lorenzo Altariva da un suo contributo alla visione di questa Splash page dei nuovi personaggi di Pino Rinaldi che stava disegnando per la Lancio. Allora era una anteprima, oggi sono già noti. Mentre Spiritelli sta intervistando Pino Rinaldi per un nostro special che sara pronto prossimamente.

1997-2000

il mondo non si ferma e neppure la Mostra di Falconara. Cerchiamo di riassumere in breve i quattro anni della mostra di Falconara che ha avuto un calo di tono rispetto alle edizioni di 1992,1993 e del 1995 che sono stati gli anni di grande successo, sia di pubblico che di consensi. L'edizione 2001 e in forse e non si sa se verrà fatta. Ma e in crisi anche il grande sodalizio Comune e lo staff di Fumo di China e modo particolare qualcuno pensa di poter fare meno dell'personaggio principale per parte culturale che e Franco Spiritelli. Per concludere come si dice se sono rose fioriranno se Ni… pazienza. Del resto alla Prossima puntata dedicheremo uno spazio maggiore per le altre edizioni.

Torna all'Indice

OK

Questo sito web fa uso di cookies. Si prega di consultare la nostra informativa sulla privacy per i dettagli.