Lucca e sempre Lucca…

Un reportage della manifestazione del Fumetto Italiano per antonomasia.

Come si fa a non parlare di Lucca Comics & Games e impossibile. Lo so lo so che sembra la solita filastrocca ripetuta all'infinito ma non e cosi. Personalmente sono andato a Lucca soli il 1 Novembre prendendo anche un po di brutto tempo. Tanta calca qualche soddisfazione e poche fotografie, direi che basta. In cambio essendo accreditato mi sono perso le infinite code alle biglietterie, la ressa i cucci e i spintoni. Per dirla con gentilezza non ho preso cucci e calci. Infatti in diverse occasioni, i soliti scalmanati erano arrivati quasi alle mani. Ma poi ha prevalso il buon senso. Questa e l'unica seria critica che si puo fare alla manifestazione. Per il resto certo che, di cose da criticare ce ne sono e parecchie ma di certo non cosi gravi quella delle biglietterie. Ho cercato di fare un mini sondaggio a Lucca stessa al ritorno verso casa e dopo 10 gironi dalla chiusura della manifestazione. Quasi tutti concordano su una cosa importante. Tutti hanno detto di non ricordarsi una Lucca cosi Bella e gradevole, in mezzo a loro c'erano sia i vecchi appassionati che le giovani leve, magari la prima volta a Lucca. Concordo con loro e stata una delle più belle manifestazioni che io ricordi. Tranne che per la gestione dei ospiti e la disposizione dei vari punti dove sono stati collocati i vari Tendoni. 

 Pur arrivando da Bologna per la strada normale e non avendo molto tempo a disposizione mi sono il qualche modo arrangiato. La giornata non era il massimo per il tempo, da Bologna il tempo era bello con un po di sole pallido ma sempre di sole parlo. Ma la cosa cambia appena passo Pretta e inizio a entrare nella parte Toscana dell'Appenino, il tempo volge verso il brutto con nebbia e pioggia fine. Mi sono detto addio qui mi prendo un bel po di acqua quando arrivo a Lucca. 

Torna all'indice

OK

Questo sito web fa uso di cookies. Si prega di consultare la nostra informativa sulla privacy per i dettagli.